Categorie
News

#Contest Io Come Narratore

Quando si scrive un progetto si sa si pensa sempre a quale possa essere il finale migliore. Siamo arrivati alla conclusione di questo nostro percorso dedicato ai giovani, alla tecnologia e al suo uso consapevole ed educativo, con il cortometraggio ideato dai ragazzi della 2E dell’ ITE P. Savi di Viterbo, vincitori del contest #ioComeNarratore. Cogliamo  l’occasione per congratularci con loro per il lavoro svolto e l’impegno dimostrato. Ringraziamo inoltre l ITE Paolo Savi per averci accolto e  concesso l’uso di aule e attrezzature, la cooperativa sociale I Semi per il lavoro di squadra e i risultati raggiunto, il regista Ado Hasanovic per aver guidato i nostri ragazzi e aver collaborato con noi. Grazie infine alla Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno per aver creduto al nostro progetto e averci supportato.

IL COVID E LA SUA EREDITA' TECNOLOGICA - Walter Service

In questo ultimo anno abbiamo vissuto in continua connessione ogni rapporto sociale si è spostato sulla virtualizzazione ed anche le nostre attività quotidiane si sono digitalizzate sempre di più. Invitiamo gli adolescenti a raccontarci la loro esperienza.

#IoComeNarratore contest 

Raccontaci il tuo anno in iper-connessione a causa del Covid-19.  

L’obiettivo del contest è quello di dare voce agli adolescenti, ascoltarli e condividere idee e vissuti partendo da questa frase: “la tecnologia avvicina le persone lontane e allontana le persone vicine”.          

Come partecipare        

Partecipazione gratuita. 

Il contest è aperto a tutti gli adolescenti fino ai 19 anni. Sarà possibile partecipare sia come singoli che come lavori di gruppo. 

I ragazzi potranno partecipare al contest inviando un racconto scritto in lingua italiana (massimo 5.000 battute spazi inclusi), un podcast o un video (durata massima 3 minuti). 

I materiali potranno essere inviati all’indirizzo email  info@officinadeigiovani.it insieme alla liberatoria e alla privacy policy firmate da un genitore/tutore se il partecipante è minorenne, o dal ragazzo o ragazza stessi se maggiorenni. I racconti, video e podcast più significativi saranno oggetto di un cortometraggio che verrà costruito insieme ai ragazzi del progetto #OfficinadeiGiovani di Viterbo in 4 incontri formativi con la guida del regista Ado Hasanovic.

#OfficinadeiGiovani di Viterbo

Il Progetto, ideato dalla Soc. Coop. Il Cerchio e finanziato dalla Chiesa Cristiana Avventista con i fondi dell’8 x mille, nasce per creare a Viterbo un centro dove i giovani dai 12 ai 18 anni possano incontrarsi, riunirsi e vivere esperienze sociali e aggregative lavorando sulla riscoperta dei dispositivi digitali in maniera creativa.

Lo spazio polifunzionale, creato all’interno dell’ITE Paolo Savi, gestito in collaborazione con la cooperativa i Semi, è un ambiente di apprendimento innovativo attrezzato con tecnologie all’avanguardia, dove si può attivare una didattica basata su metodologie attive e cooperative.

 #Officina dei giovani è un luogo comune, uno spazio dove i ragazzi possano incontrarsi, riunirsi e vivere esperienze sociali imparando a conoscere e utilizzare in maniera creativa la tecnologia.